Cesare Benedetti nasce il 03 agosto 1987 a Rovereto, nella parte di lingua italiana del Tirolo Meridionale. Cresce tra Ronzo-Chienis (Val di Gresta) e Riva del Garda, paesi d’origine dei genitori. Abitando in montagna e avendo le piste vicine, il primo sport al quale si avvicina è lo sci da discesa.

Sale sugli sci per la prima volta all’età di tre anni ma non praticherà mai questo sport a livello agonistico.Pratica il gioco del calcio e della pallacanestro fino a che nel 1999, dopo essere stato a visitare il villaggio di partenza di una tappa del Giro d’Italia, decide di provare a correre in bicicletta.

Comincia quindi i primi allenamenti e le prime gare nella categoria G6 tra le fila della Ciclistica Dro, società nella quale militerà fino alla categoria allievi. Il passaggio negli juniores avviene in una delle storiche squadre di Trento, l’U.S. Aurora, che in quel biennio collabora con un’altra altrettanto storica società toscana, l’S.S. Aquila di Ponte a Ema (Fi). Passa i primi tre anni della categoria Under23 nel G.S. Gavardo Tecmor di Brescia mentre nel quarto anno, il 2009, difende i colori dell’U.C. Bergamasca- De Nardi. Dopo uno stage con il team pro tour Liquigas, nell’estate dello stesso anno, passa professionista nel 2010 nel tedesco Team NetApp, piccola squadra che però ha grandi prospettive e ambizioni per il futuro.

Infatti Cesare milita tutt’ora in questa stessa società che negli anni ha cambiato vari sponsor e denominazione: Team NetApp, Team NetApp-Endura, Bora-Argo18 fino all’attuale Bora-HansGrohe.

 

Benedetti è un corridore completo, amante delle fughe a lunga gittata e sempre al servizio della squadra. Innamorato della sua terra, della sua storia, le sue montagne e le sue tradizioni, è anche legato ormai da dieci anni alla Polonia, paese dal quale è stato adottato e dove si è sposato nel 2013.